Piazza Marconi 64 Spinea, Veneto, Italy spinea@diocesitv.it 041 990196

Campi Estivi

Questa è la sezione dei Campi Estivi.

Foto di CAMPO DI LAVORO 2022 “Metti in gioco il tuo sorriso”

Riportiamo le foto scattate durante il CAMPO DI LAVORO che si è tenuto nel nostro oratorio tra il 9 e il 15 luglio 2022.

/

ISCRIZIONI CAMPI ESTIVI 2022

Come ci si iscrive?

Durante la riunione informativa che si terrà a maggio, i genitori confermeranno l’iscrizione con il versamento della caparra di 50 euro e la firma dei documenti che verranno loro forniti. Successivamente, sarà necessario compilare il modulo online disponibile in fondo alla pagina e completare l’iscrizione con il caricamento dei documenti dei ragazzi (carta d’identità e tessera sanitaria) e ricevuta del bonifico a saldo della quota prevista dal campo. Il saldo dovrà essere versato nel mese di giugno, almeno una settimana prima della partenza.

Quanto costa?

180 euro (50 euro di caparra al momento dell’iscrizione), compreso di vitto, alloggio e pullman andata e ritorno. È obbligatoria la tessera NOI 2022. I fratelli dopo il primo pagano 20 euro in meno al momento del saldo.

Riunione informativa

Documenti

I moduli a) e b) devono essere riconsegnati, compilati e firmati, alla riunione genitori. Il documento c) è a scopo informativo e non dev’essere riconsegnato.

Saranno messe a disposizione delle copie cartacee dei seguenti documenti durante la riunione informativa.

Modulo online di completamento iscrizione

Il seguente modulo online dovrà essere compilato successivamente alla riconsegna dei moduli a) e b) e all’esecuzione del bonifico a saldo della quota prevista dal campo. La procedura va ripetuta per ogni ragazzo, selezionando la classe frequentata.

Sarà richiesto il caricamento dei documenti del ragazzo (cartà d’identità e tessera sanitaria) e della ricevuta del bonifico di cui sopra.

Il caricamento dei dati può richiedere fino a due minuti, si prega di attendere la comparsa del messaggio di avvenuta ricezione.

Per ogni eventuale problema riguardo il sistema di invio dei dati, contattare uno dei referenti (vedi in fondo).

Contatti

  • Sara (338.4410734)
  • Don Matteo (320.1970670)

Ultimo aggiornamento: 19/05/2022

/

LA MIA ESPERIENZA AL CAMPO “LE ALI SOTTO I PIEDI” – Le riflessioni di alcuni ragazzi…

Mi chiamo Eleonora, sono una ragazza con molti sogni e con la voglia di mettermi in gioco. È questo che accomuna me e i miei compagni di viaggio che mi hanno accompagnato in questa meravigliosa esperienza, che mi ha regalato nuove consapevolezze e incredibili amicizie. Cinque giorni fa ho iniziato la mia avventura al campo di lavoro 2020 “Le ali sotto i piedi”, insieme a moltissimi dei miei coetanei e devo ammettere che ero molto scettica riguardo al lavoro che avrei dovuto svolgere e ai sacrifici che questo comportava. Già dal primo giorno però mi sono ricreduta! Abbiamo avuto un’accoglienza calorosa da parte del Gruppone, un’associazione formata da giovani e adulti che ogni giorno fanno nel loro piccolo qualcosa per aiutare il prossimo magari meno fortunato di loro. Le attività sono state coinvolgenti e ci hanno aiutato a fare gruppo. I giochi ci hanno fatto divertire ed avere dei momenti di spensieratezza dopo aver smistato metello o aver confezionato marmellate per le feste di Natale; i momenti di riflessione hanno avuto un ruolo importante nel farci arrivare il messaggio che sta alla base dello spirito del Gruppone; le testimonianze che sono state la chiave che ci ha aperto un mondo fatto di solidarietà e sostegno, amicizia e condivisione. I cinque giorni sono passati in un batter d’occhio e ci siamo trovati a salutarci con l’intenzione di far ancora parte di questo grande gruppo. Anche se per pochi giorni, anche se abbiamo fatto veramente poco rispetto a quello che si potrebbe fare in una vita intera, sono orgogliosa di aver aiutato le persone più povere in denaro ma più ricche d’amore, e di averlo fatto con i miei amici che sono stati un sostegno. Ringrazio tutte le persone che si sono messe d’impegno per organizzare questo campo che è stato un successo. Da oggi affronterò la vita in maniera differente imparando ad apprezzare anche le piccole cose quotidiane. Ha arricchito me e i miei amici, se lo volete, riuscirete anche voi ad avere la luce negli occhi di cui tanto si parla. La nascita di una piccola magia. (Ongaro Eleonora)

Ciao a tutti sono Angelica e cinque giorni fa ho iniziato una nuova esperienza insieme ai miei compagni di viaggio e al Gruppone; una associazione di adulti e ragazzi che cerca di fare nel suo piccolo delle grandi cose. Ho passato questi cinque giorni benissimo, conoscendo gente nuova e divertendomi a lavorare, spaccando metalli e confezionando marmellate. Le testimonianze sono state molto coinvolgenti, interessanti e ci hanno fatto scoprire più a fondo i problemi del mondo.
La cosa che mi ha fatto sentire più vicina ai miei compagni di viaggio, è stata la voglia di mettersi in gioco e di fare qualcosa per le persone più in difficoltà. Ognuno di noi ha contribuito con le proprie capacità, sempre in un clima di serenità, divertimento e collaborazione.
Abbiamo capito l’importanza della condivisione e che l’unione fa la forza soprattutto quando si fa fatica. (Tonon Angelica)

Ciao, sono Agnese, la scorsa settimana ho partecipato al campo di lavoro della parrocchia “Le ali sotto i piedi”. Quest’anno a causa del corona virus sono state sospese tutte le attività che normalmente facevamo in oratorio durante l’estate, come campiscuola e Grest. Con l’aiuto di Don Riccardo e il Gruppone, un’associazione che aiuta le persone meno fortunate con semplici gesti, noi ragazzi abbiamo avuto la possibilità di metterci in gioco per aiutare il prossimo. Le attività che sono state svolte, sono state lo smistamento dei metalli, dalla vendita di essi si ricavano molti soldi che vanno a finanziare le missioni nei paesi in cui opera il Gruppone. Un’altra attività è stata quella di preparare delle marmellate, di pesche e albicocche, da inserire nelle ceste di Natale, anche il ricavato della loro vendita verrà utilizzato nelle missioni in cui il Gruppone è occupato. Durante il pomeriggio, nelle ore più calde, siamo stati fortunati perché abbiamo assistito a alcune testimonianze di persone, giovani, che sono partite per mettersi a disposizione degli altri. Ho ascoltato abbastanza racconti di persone che hanno fatto del bene, ma mai avevo sentito parlare ragazzi giovani di quanto bello sia partire per aiutare. Questo campo è stato particolare, diverso dal solito, per attività e argomenti trattati, mi è piaciuto sapere quello che accade intorno a me nel mondo. Ci tengo a ringraziare tutti quelli che ci hanno dato l’opportunità di fare questa meravigliosa esperienza che consiglio a tutti quanti. (Casole Agnese)

/