Durante il terzo incontro

Stampa

In questo terzo incontro ci siamo incontrati con Bartimeo, il cieco di Gerico.

L’evangelista Marco lo identifica con il nome proprio e aggiunge che è figlio di Timeo, quasi a ricordarci l’importanza della paternità.

Bartimeo ci appare come un uomo di fede che conosceva le scritture, infatti chiama Gesù “Figlio di Davide e Rabbuni “ e lo riconosce come il Messia.

Bartimeo, che non vede, ma ha fede.

Una fede capace di chiederti di abbandonare certezze e ricchezze, tutto, pur di seguire Gesù.

Gesù è il grande protagonista e chiede” Che vuoi che io ti faccia?”

Lo chiede a Bartimeo e lo chiede anche a noi.

In questa settimana interroghiamoci e cerchiamo di rispondere alla domanda di Gesù, chissà da quale cecità desideriamo essere liberati.scheda 4 vangelo nelle case  scheda 5 vangelo nelle case