Monthly Archives: settembre 2014

Grazie don Antonio: Comunità in cammino numero speciale

Published by:

scarica qui il numero

 

grazie don antonio

 

l’elenco completo e dettagliato delle opere realizzate in parrocchia da don Antonio.

Iniziative di don Antonio Genovese intraprese per la indispensabile conservazione dell’ antico, importante e molteplice patrimonio artistico della nostra chiesa parrocchiale  ed al miglioramento e potenziamento degli spazi e delle strutture comunitarie del Centro e dei Quartieri Graspo e Fornase dedicati al servizio delle numerose attività pastorali parrocchiali.

 

Maggio 2003

Restauro e consolidamento delle strutture lignee di copertura e manutenzione del manto di copertura della chiesa dei S.S. Vito e Modesto: intervento conseguente la caduta accidentale di alcuni coppi della copertura, che ha consentito l’avvio dell’ indagine sulle condizioni strutturali della stessa e scongiurato il probabile crollo della volta del presbiterio.

 

Gennaio 2004

Restauro degli intonaci e delle finiture delle facciate della chiesa dei S.S. Vito e Compagni Martiri

 

Luglio 2005

Recupero e consolidamento delle superfici intradossali della volta della navata della chiesa dei S.S. Vito e Modesto al fine di preservare il prezioso e ricco apparato decorativo presente sulla stessa.

 

Gennaio 2006

Impianti elettrici e speciali della chiesa dei S.S. Vito e Modesto.

Marzo 2008

Costruzione nuovo Oratorio della Parrocchia e ristrutturazione dell’esistente:

risposta efficace e completa alle necessità di nuovi e più efficienti spazi per le attività pastorali parrocchiali svolte nell’intero arco dell’anno. Dotato di ampi  spazi esterni porticati e di adeguati servizi disposti su più piani, vi trovano infatti collocazione 8 stanze per il catechismo, 1 saletta per riunioni, il salone per attività e convegni  ad ampia partecipazione (fino a 200 posti) oltre ad altri spazi adeguatamente utilizzabili.

 

Marzo 2008

Restauro della Pala  di “ Santa  Francesca Romana” Patrona della Città di Spinea – dipinto di Odoardo Fialetti  del  1573.

 

Ottobre  2008

Restauro della Pala del Rosario  – dipinto ad olio su tela, tardo settecentesco,  di Autore sconosciuto.

 

Marzo 2010

Restauro  dell’affresco di Gaspare Dizioni del 1760,  posto sul retro dell’altare maggiore e raffigurante i Santi patroni della chiesa di Spinea .

 

Marzo 2011

Modifiche interne dell’Ex Oratorio della Parrocchia per la realizzazione del nuovo  Bar:

importante e funzionale spazio di servizio collocato strategicamente al centro degli altri spazi esterni e interni dedicati alle attività parrocchiali.

 

Marzo 2011

Nuovo impianto di  illuminazione delle aree esterne e dei campi di gioco  e dotazione di reti parapallone perimetrali per consentire le attività anche serali e l’utilizzo di tutti gli spazio esterni disponibili per le attività del Gr. est.

 

Giugno 2012

Ristrutturazione Magazzini a Nord con dotazione di Impianto Fotovoltaico per potenza complessiva di 19,65 kWp.

Gli impianti installati, previa rimozione della preesistente copertura in eternit, consentono di servire tutti gli immobili presenti : Canonica, Oratorio, Bar, magazzini  e campi, con conseguente risparmio economico e maggiore rispetto ecologico.

 

Aprile 2013

Manutenzione straordinaria, attraverso lucidatura di protezione,  della pavimentazione marmorea della chiesa dei S.S. Vito e Modesto.

 

Maggio 2013

Realizzazione di Accesso pedonale all’Oratorio da Via Cattaneo,  con eliminazione della barriera architettonica per consentire l’ingresso anche alle persone disabili e per un più funzionale accesso agli utenti del servizio attività Caritas, nonché all’area  per i laboratori degli anziani.

 

Luglio 2013

Ampliamento del sagrato a nord della chiesa, intervento volto a rendere comodamente agibile e gradevolmente fruibile a tutta la cittadinanza l’intero spazio scoperto posto intorno a questo edificio,  che ora si può ammirare da ogni sua parte, valorizzando e qualificando così un importante ambito urbano della nostra città.

Nell’occasione, è stato anche riaperta e resa praticabile l’antica porta presente sulla facciata sinistra dell’edificio sacro e realizzato inoltre un  adeguato ingresso dal sagrato a tutte le aree dell’Oratorio.

 

Settembre 2013

Adeguamento impianti elettrici e impianti di riscaldamento / raffrescamento del Centro Comunitario Parrocchiale di Fornase con interventi di manutenzione alla copertura.

 

Marzo 2014

Sostituzione dell’altare maggiore  della chiesa dei S.S. Vito e Modesto.

 

Aprile 2014

Lavori per la pavimentazione della corte della Canonica e per un camminamento interno sicuro e senza ostacoli alla deambulazione  tra il sagrato e l’area dedicata alle attività parrocchiali esterne, nonché  di  comodo e diretto collegamento al  bar  dell’oratorio.

 

Maggio 2014

Sostituzione della bussola lignea di ingresso della chiesa dei S.S. Vito e Modesto.

 

Maggio 2014

Restauro del bassorilievo “ Cristo passo” di Giovanni Buora

Restauro del bassorilievo “ Madonna delle candelabre”  di Antonio Rossellino 

 

Luglio 2014

Manutenzione del manto di copertura della canonica e degli ambienti parrocchiali.

Si sono eliminate le abbondanti percolazioni di acqua meteorica che stavano aggredendo la struttura lignea di sostegno della copertura

 

Settembre 2014

Ampliamento del Centro comunitario parrocchiale e della Scuola dell’infanzia “Matite colorate” al Graspo d’Uva.

Avvisi dal 28 settembre al 5 ottobre 2014

Published by:

Domenica 28 settembre:Orario SS. Messe festivo (8.00; 9.15; 11.00 – Graspo 9.30 – Fornase: 10.30).

Domenica 28 settembre: saluto ufficiale a don Antonio alla SS. Messe delle 9.15 e alle 11.00; seguirà un rinfresco negli ambienti dell’oratorio per continuare la festa assieme alla comunità.

 

Lunedì 29 settembre:a Riese Pio X: ritiro dei sacerdoti diocesani al mattino.

Alle ore 17.30: Adorazione eucaristica, e S. Messa.

Alle 20.45: incontro CPAE

 

Giovedì 2 ottobre:festa degli Angeli Custodi. Celebrazione alle 15.30 in Chiesa per i bambini della scuola d’infanzia e tutti gli altri bambini.

Festa dei Giovanissimi A.C.: Ritrovo alle ore 18.30 per la S. Messa e a seguire pizza tutti insieme e visione delle foto dei capiscuola in oratorio. Invitati tutti i ragazzi dai 15 ai 17 anni.

 

Sabato 4 ottobre:alle 10.30: matrimonio.

 

Sabato 4 e domenica 5 ottobre: Uscita degli animatori di AC della Collaborazione pastorale.

 

Domenica 5 ottobre: Inizio del ministero di parroco di don Antonio alle 11.00 a Contea e alle 18.00 in duomo a Montebelluna. Partenza col pullman per partecipare alle 15.30 davanti alla Chiesa.

 

Venerdì 10 ottobre: alle ore 18.30: S. Messa con i partecipanti al pellegrinaggio di Lourdes del 15/19 settembre 2014.

 

Sabato 11 ottobre: Raccolta Caritas diocesana di vestiario e oggetti in cuoio vicino al campanile entro le 10.30 (anche venerdì pomeriggio).

 

Domenica 12 ottobre:Alle 18.00: con la S. Messa: ingresso del nuovo Parroco don Flavio Gobbo con la presenza del Vescovo.

 

Don Antonio: “Ancora un grazie”

Published by:

Carissimi amici, ancora un GRAZIE di cuore per quanto abbiamo condiviso in questi 15 anni di vita. Grazie al Signore per quello che ci ha dato di sperimentare, che porteremo, grazie a Lui, nel cuore e diventerà sempre vigile nella preghiera. Un ricordo particolare a chi è malato, solo e nel dolore, lutto e difficoltà. Vi porterò nel cuore e nella preghiera, soprattutto nella santa Messa. Un augurio fraterno a don Flavio che inizia il suo ministero in mezzo a voi e un abbraccio grande a don Paolo e don Filippo, riconoscente per la comunione vissuta

don Antonio

 

CARO DON ANTONIO…

Published by:

SPINEA 28.9.2014 – Il male come si dice, ce lo leghiamo al dito… e il bene e l’amore dove li leghiamo? A volte rischiamo di dimenticare troppo facilmente i gesti d’amore che sono stati fatti nei nostri confronti. Una vecchia favola diceva che il cuore dell’uomo è più portato a incidere le cose brutte sulla roccia e quelle belle sulla sabbia cosicché spesso sono le prime a rimanere più impresse nella nostra memoria. Crediamo sia invece doveroso, in questo tempo, guardare in profondità allo scorrere di questi ultimi quindici anni di vita comunitaria e accorgerci che forse, se siamo qui a leggere questo foglietto, preso dopo aver partecipato all’Eucarestia, è anche perché qualcuno in particolare si è preso l’impegno di celebrarla ogni giorno, si è preso la responsabilità diretta della cura della nostra Parrocchia.

Caro don Antonio, se dovessimo raccogliere in una sola parola le impressioni dei tanti fedeli che in questi anni ti hanno incontrato, la più espressiva probabilmente sarebbe: “PRESENTE!”. Non c’era ora della giornata in cui la canonica non fosse luogo di incontro tra tante persone, segno di un instancabile cuore di pastore che “esce a tutte le ore” per essere accanto alla sua gente.

Quali semi sono germogliati in tutti questi anni di vita assieme nella nostra Comunità? Difficile poter fare un bilancio, perché in un campo così grande come quello della Parrocchia non è sempre facile scorgere tutti i fiori e i loro profumi. Il ministero del sacerdote in fondo è così: “Come un uomo che getta il seme sul terreno; dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce. Come, egli stesso non lo sa… il terreno produce spontaneamente prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno nella spiga!”.(Mc 4, 26-28)

Il sacerdote stringe tante mani senza trattenerne nessuna”(Nouwen): caro don Antonio, è tempo di lasciare molte mani strette in questi anni qui a Spinea… ma molte altre ti attendono nella messe di Montebelluna.

Buona strada don Antonio!

don Paolo e don Filippo

 

Docili a parole o con i fatti?

Published by:

COMMENTO AL VANGELO DEL 28.9.2014

Incontriamo questa domenica la seconda delle quattro parabole riportate da Matteo. Nei due figli è personificata l’opposizione tra il dire e il fare che richiama l’altra opposizione, tra il vedere e il credere.

Nel figlio che fa la volcommento al vangelo 28.9.2014ontà del padre contempliamo l’obbedienza di Cristo e la relazione che unisce in Dio i credenti. Mentre per un verso siamo sollecitati a diventare persone che fanno la volontà di Dio padre, per un altro verso abbiamo da far crescere una docilità alla parola che egli ci rivolge e a far nostri gli stessi sentimenti che sono in Cristo Gesù.

Dal brano di Ezechiele ricuperiamo la fiducia che non è mai troppo tardi per corrispondere all’amore di Dio – invocato e supplicato come propone il salmo – e metterci a fare la sua volontà.

L’inno della lettera ai Filippesi esalta il gesto di Cristo obbediente fino alla morte.